Cosa è e come utilizzare un bonifico parlante

Il bonifico parlante è il sistema di pagamento previsto dalla normativa sul bonus edilizio che permette di usufruire della detrazione IRPEF del 50% sulle spese per lavori di ristrutturazione e sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici destinato allo stesso immobile oggetto dei lavori, che va di pari passo come quella al 65% per gli interventi di risparmio energetico (bonus energia).

Per ottenere l’agevolazione fiscale bisogna aver effettuato il pagamento della ditta che realizza i lavori tramite bonifico bancario o postale, in cui dev’essere indicato:

  • causale del versamento completa gli estremi della fattura e riferimento alla normativa (articolo 16-bis del Dpr 917/1986);
  • codice fiscale del beneficiario della detrazione (se più persone dividono la spesa e usufruiscono della detrazione, indicare i relativi codici fiscali);
  • numero di partita IVA o codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato (ditta/professionista che realizza i lavori).

Il contribuente deve conservare tutte le ricevute, che dovrà esibire in caso di controllo da parte del Fisco. In caso di lavori effettuati in aree comuni condominiali, il bonifico parlante indicherà oltre al codice fiscale del condominio anche quello dell’amministratore o di un altro condomino che effettua il pagamento.

Il bonifico parlante è necessario in caso di interventi di ristrutturazione edilizia e di risparmio energetico, mentre per il bonus immobili il pagamento può essere effettuato anche mediante carta di credito o bancomat, conservando però la documentazione di addebito in conto corrente.

Con l’installazione delle pellicole per vetri antisolari risparmi energia e puoi usufruire delle detrazioni Irpef.

Efficienza energetica al Sud: il bando

Importanza efficienza energetica nel campo delle pellicole per vetri

Dal 30 giugno 2015 le aziende attive in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, interessate a promuovere progetti per il risparmio e l’efficienza energetica potranno partecipare al bando lanciato dal Ministero dello Sviluppo Economico che mette a disposizione 120 milioni di euro a valere sul POI “Energie rinnovabili ed efficienza energetica” FESR 2007/2013.
Il nuovo bando prosegue e rafforza le misure già attivate per l’efficienza energetica nel 2013, sostenendo la crescita e il rilancio competitivo delle aziende che si impegnano ad attuare interventi per un uso più razionale e sostenibile dell’energia nei processi produttivi.
Le agevolazioni previste dal bando sono le seguenti:
– Contributo in conto impianti per una percentuale nominale massima delle spese ammissibili pari al 50%, per i programmi di importo fino a 400.000,00 euro che si concludano entro il 31 dicembre 2015;
– Finanziamento agevolato per una percentuale nominale delle spese ammissibili complessive pari al 75%, per i programmi che si concludano entro il 31 dicembre 2016.
La domanda di agevolazioni e la documentazione indicata, firmate digitalmente, devono essere presentate, pena l’invalidità, a partire dalle ore 10.00 del 30 giugno 2015 attraverso un’apposita procedura informatica accessibile dalla presente sezione del sito. Le imprese possono iniziare la fase di compilazione della domanda e dei relativi allegati a partire dal 22 giugno 2015.

Le pellicole per vetri antisolari sono a tutti gli effetti “filtri schermanti ad elevato risparmio energetico”, che migliorano la gestione dell’impianto di climatizzazione, riducono i costi e creano condizioni di comfort ambientale all’interno degli edifici, classificandosi, dunque, come intervento per una maggiore efficienza energetica.